News: Antitrauma Pavimenti

Come si installa un pavimento antitrauma? Scopri il nostro tutorial.

Installare il tuo pavimento in gomma per palestra fai date.

Ok ci siamo. Finalmente hai raggiunto il tuo obbiettivo. Aprire la palestra o il tuo centro fitness che hai sempre sognato. Hai già acquistato l’attrezzatura, i bagni e gli spogliatoi sono pronti ma arriva il momento di scegliere la pavimentazione da usare nella tua palestra, ed in questo caso, dopo aver visionato e vagliato decine di opzioni ti sei deciso di fare la scelta giusta.

Acquistare un pavimento in gomma antitrauma per la tua palestra.

I pavimenti in gomma per sale fitness, box crossfit o sala pesi sono economici, durevoli, sicuri e di facile installazione. Il denaro che hai usato per comprare tutto il materiale è stato tanto, e magari stai pensando di installare il pavimento in gomma per la tua palestra o per il tuo box di CrossFit da solo. Nessun problema, lo puoi fare senza troppi problemi.

Va bene, perché no ?

Abbiamo pensato di aiutarti con questa guida ad installare il tuo amato pavimento in gomma.

Ok partiamo dall’inizio.

 Se hai scelto di acquistare il tuo pavimento in gomma da palestra ci troviamo davanti a 3 possibilità:

  1. Pavimento in gomma in rotoli;
  2. Piastrelle in gomma a taglio squadrato;
  3. Piastrelle in gomma con incastro a puzzle.

Partiamo dal più semplice, il pavimento in gomma con incastro a puzzle. Grazie a questo pavimento ed alla sua facile installazione potresti anche divertirti nella posa in opera. Tale guida, vista la similitudine tra prodotti è applicabile anche alle piastrelle in gomma con taglio squadrato. La sua caratteristica è quella di possedere incastri proprio come un comune puzzle, per facilitarne la giunzione.

Cosa ci occorre per installare questo pavimento ?

Prima di tutto bisogna fare una doverosa premessa, è molto molto importante scegliere lo spessore del pavimento in base al sottofondo della vostra palestra ed al tipo di attrezzatura che avete deciso di usare.

Potreste ad esempio avere la necessità di proteggere il sottofondo già presente nel vostro locale commerciale ad esempio piastrelle o legno, in questo caso vi raccomandiamo uno spessore minimo di 2 cm, per evitare che bilancieri o carichi rilasciati in modo brusco possano danneggiare la superficie sottostante.

Una pavimentazione in cemento già esistente invece può permettervi di scegliere spessori minori come il formato da 1,5 cm. Assicuratevi sempre di avere un sottofondo il più omogeneo possibile, la naturale rigidità delle piastrelle in gomma sebbene vi dia ampio spazio di manovra mal si conforma ad avvallamenti o sporgenze troppo pronunciate, in questo caso vi consigliamo di risolvere il problema con un sottofondo riempitivo che vi permetta di uniformare al meglio la vostra superficie.

Attenzione all’umidità

Un altro nemico da tenere sempre in considerazione è l’umidità. Se vi trovate al piano terra di un immobile con sottofondo troppo poroso, la possibilità che l’umidità interferisca con il vostro pavimento è alta. Vi consigliamo dunque di usare un sottofondo impermealizzante ove possibile sia esso a base poliuretanica o plastica.

Le opzione sono molteplici in base al grado di umidità presente è possibile usare diverse soluzioni, il nostro consiglio in questo caso è farsi consigliare da un esperto. Difatti l’umidità a contatto con la gomma potrebbe generare una antiestetica muffa a causa della mancanza di traspirazione.

Dopo queste doverose precisazioni, una volta che il nostro sottofondo è pronto alla posa possiamo cominciare.

Strumenti necessari

Di seguito una pratica lista di utensili e strumenti che possono esservi d’aiuto per la corretta installazione della pavimentazione:

  • Taglierina professionale con diverse lame ( disponibile in ferramenta );
  • Metro di dimensioni minime di 5 metri;
  • Squadra ( disponibile in ferramenta );
  • Martello in gomma;
  • Livella;
  • Righello in acciaio per taglio materiale;
  • Fogli di carta comune a 4 e matita.

Misurazioni e bozza su carta

In primo luogo è importante misurare correttamente lo spazio di installazione, vi consigliamo di realizzare un piccolo bozzetto a matita con le misure giuste. Sovente potreste trovarvi di fronte ad una superficie non perfettamente squadrata, ed un quadro più completo della conformazione del vostro spazio, potrebbe aiutarvi nella progettazione della messa a terra.

Le piastrelle in gomma sono di dimensioni standard 100×100 50×50 120×120 ed altro. In base alla vostra scelta sarebbe utile tracciare su di un foglio l’ipotetica installazione tracciando riquadri in scala che rappresentino le piastrelle.

Questo primo passo vi permetterà di avere una visione più chiara del vostro progetto permettendovi di capire in caso di superficie non perfettamente squadrata dove andare ad installare le piastrelle con taglio irregolare che seguino la forma dello spazio.

posa pavimento antitrauma

Pulizia fondo

 La possibilità di trovare un fondo sporco a causa dei lavori eseguiti non è remota. Detriti, solventi, olii, vernici, sono tutti nemici di una corretta installazione. Vi consigliamo di procedere ad una pulizia accurata del vostro fondo per evitare in seguito problemi di aderenza.

Posa in opera

Una volta preparato il bozzetto su carta e capito come e dove installare i restanti pezzi di dimensioni diverse possiamo cominciare con la posa in opera. Il nostro consiglio è quello di iniziare dalla parte più lunga del vostro spazio, e possibilmente dal lato di entrata della palestra ( sperando che sia perfettamente squadrato ) la prima piastrella necessita di una squadra corretta che possa essere da punto di partenza per tutta l’installazione. Una volta installata la prima piastrella vi consigliamo di continuare con una progressione che va dalla sinistra verso la destra. Cosi da arrivare alla fine del vostro spazio con l’ultimo pezzo “tagliato a misura”.

 

installazione pavimento antitrauma

Usate sempre la squadra come riferimento e aiutatevi con l’ausilio del martello in gomma per avvicinare e fare incastrare al meglio tutti i pezzi. Dato il peso specifico abbastanza elevato delle piastrelle in gomma ed al loro elevato grip naturale tale installazione non necessita di alcun tipo di collante o ancorante sintetico. Tutto questo a patto che vengano riempiti tutti gli spazi della superficie di installazione per evitare anche il minimo scivolamento.

posa pavimento antiurto

In caso di interruzione a causa di un altro ambiente contiguo con sottofondo diverso (spogliatoi, reception, etc) vi consigliamo di usare un semplice profilo in alluminio dello stesso spessore delle piastrelle per realizzare cosi una cornice perfetta a prova di scivolamenti.
Mantenere le linee rette.

Ogni piastrella dovrebbe essere installata tenendo sempre la linea di taglio simmetrica e perpendicolare, in caso di pilastri oppure ostacoli, vi consigliamo di realizzare un pezzo di dimensioni tali da incastrarsi perfettamente con il precedente.

Seconda opzione di posa

Anche se leggermente più complicato ma non di molto, la posa con partenza centrale può risultare molto comoda per massimizzare la resa e creare meno materiale di risulta possibile. Come da foto basterà posare la prima piastrella in gomma al centro della stanza con le dovute precauzioni precedentemente prese. Una semplice squadretta vi aiuterà a partire in posizione esatta. In ogni caso, con l’aiuto di un vostro amico fidato anch’esso amante del fai date. Installare uno dei nostri pavimenti in gomma sarà davvero semplice.

installazione piastrella gomma

Pulizia e manutenzione

 Vi consigliamo di usare se possibile una lava pavimenti per tenere sempre pulito il vostro pavimento appena installato. Nel caso la spesa sia troppa alta vi consigliamo di usare sempre strumenti come moci o stracci da pavimento il meno bagnati possibile. Areate se possibile il vostro ambiente a fine installazione e dopo ogni lavaggio.

In questo articolo abbiamo cercato di fornirvi semplici consigli per installare da soli il proprio pavimento da palestra. Restate aggiornati e seguite il blog, nel prossimo articolo vi parleremo di come installare i rotoli in gomma.

L'autore

Cristiano Mattia Ricci

Cristiano Mattia Ricci, nato a Cesena nel 1973, vive a Sesto San Giovanni.
È architetto, artista visivo e scrittore. Il suo lavoro artistico è visibile
sul sito www.cristianomattiaricci.com.

I commenti sono chiusi.
×